Ruggeri (Fi): offese a Berlusconi nulle, Di Maio è uno zero

Pol/Tor

Roma, 17 lug. (askanews) - "Come già dice Giorgio Mulè, l'offesa è nulla se chi la pronuncia è zero. D'altronde, parliamo di uno che si definisce fatto per oltre il 90% di acqua. Una medusa, in pratica". Così Andrea Ruggieri, su Facebook, a commento delle parole di Luigi Di Maio su Silvio Berlusconi definito "il peggio d'Italia, assieme al Pd".

"Capirei - prosegue.- che non condividesse le idee politiche di Silvio Berlusconi. Ma è un peccato che Di Maio dimostri poca obiettività e carattere offensivo. Quando si è impresentabili politicamente e professionalmente, eppure si vive a 10.000 euro al mese dopo averne dichiarati 0 per una vita, almeno bisognerebbe sforzarsi di non essere presuntuosi. Berlusconi all'età di Di Maio già si era laureato da un pezzo, aveva iniziato a lavorare e aveva creato diversi posti di lavoro. Luigi Di Maio invece è la personificazione del fallimento del merito: ignorante, fannullone, ma presuntuoso. Uno che pontifica senza vergognarsi delle sciocchezze che dice di continuo; uno schiaffo a tutti i giovani italiani, cui per lavorare è richiesto di aver studiato o avere molta voglia di fare, e magari di sapere le lingue. Lui invece, ministro del Lavoro che mai lo ha nemmeno cercato, un lavoro, gioca con le vite di quei ragazzi, come titolo di studio ha il battesimo, e vanta una vita in pigiama fino a mezzogiorno ogni mattina, campato da mamma e papà, in una casa abusiva della cui irregolarità nemmeno mai si è accorto (pensa tu, sveglissimo), circondato di lavoratori in nero minacciati di non rivelare di esserlo se si facevano male. Ma pontifica. 'Eccezziunale veramente'. Gli auguro un decimo del successo di Silvio Berlusconi", conclude Ruggieri.