Rula Jebreal, polemiche contro la giornalista scelta per Sanremo 2020

rula jebreal

Secondo quanto riporta un’indiscrezione di Dagospia, il prossimo conduttore di Sanremo 2020 avrebbe scelto come co-conduttrice la gionalista e scrittrice palestinese Rula Jebreal. L’ufficialità potrebbe arrivare il 6 gennaio

Rula Jebreal, la scelta di Amadeus

Manca ormai poco più di un mese all’inizio della 70esima edizione di Sanremo, che come sappiamo sarà condotta da Amadeus. In attesa di sapere chi saranno i concorrenti della prossima kermesse della musica italiana (bisognerà aspettare il 6 gennaio in occasione della Lotteria Italia), tiene ancora banco la questione della papapile co-conduttrice che affiancherà Amadeus.

Secondo quanto riporta un’indiscrezione di Dagospia, Amadues avrebbe incontrato in un noto hotel di Milano la giornalista palestinese Rula Jebreal, che avrebbe già dato il consenso per la sua partecipazione, ma ancora manca il comunicato ufficiale dai vertici Rai.

Sanremo 2020, chi è la famosa giornalista

In Italia questo nome è poco conosciuto ai più, soprattutto se lo contrapponiamo ad un’altra donna come Diletta Leotta, caldeggiata per il ruolo di co-conduttrice qualche settimana fa. Rula Jebreal però è una giornalista e scrittrice che conosce bene il giornalismo italiano, perché professionalmente è nata e cresciuta in Italia.

Rula ha 47 anni, è di origine israeliana ma con cittadinanza palestinese. Arriva in Italia nel 1993 grazie ad una borsa di studio del governo italiano, e si laurea in fisioterapia a Bologna. Ha collaborato con il Resto del Carlino, con il Giornale e con La Nazione fino al 1997, quando poi approdò in televisione su La7. Coadiuva l’emittente nella redazione di articoli arabi e successivamente a partire dal 2003 ottiene la conduzione del tg notturno, suggellato poi dalla conduzione del programma “Omnibus“. Il suo volto diventa più famoso a livello televisivo a partire dal 2007, quando approda ad “Annozero” di Michele Santoro. Ora lavora a Rainews24, dove conduce “Onda anomala“, programma che si occupa della cronaca estera. Nel 2017 è stata una delle sette donne di successo omaggiate nel documentario Seven Woman di Yvonne Sciò.