Rumors di 10 renziani pronti a lasciare Iv. Faraone minimizza

·1 minuto per la lettura
ROME, ITALY - 2021/11/12: Senator Matteo Renzi seen before the TV show Otto e Mezzo in Rome. (Photo by Stefano Costantino/SOPA Images/LightRocket via Getty Images) (Photo: SOPA Images via Getty Images)
ROME, ITALY - 2021/11/12: Senator Matteo Renzi seen before the TV show Otto e Mezzo in Rome. (Photo by Stefano Costantino/SOPA Images/LightRocket via Getty Images) (Photo: SOPA Images via Getty Images)

“Ricorderete durante la crisi del governo Conte 2, Italia Viva era in disfacimento. 10, 20, 30 parlamentari che avrebbero lasciato. Una slavina. Siamo tutti esattamente dove ci avete lasciati, al nostro posto. Con i riformisti, con Matteo Renzi. Adesso la storia si ripete, la moviola di un’azione già vista, non un gol, ma un fuorigioco. Non è più in gioco Conte, per fortuna sostituito da Draghi, ma il Quirinale, l’elezione del Presidente della Repubblica. E siccome saremo un’altra volta decisivi riprende la giostra, ormai siamo abituati, altro giro altra corsa. Prima la caccia all’uomo, denigrazione e delegittimazione di Matteo, ora la conta dei fuggiaschi. Ma non vi stancate mai?”, così in un post sul suo blog il presidente dei senatori di Italia Viva Davide Faraone.

La precisazione di Faraone è arrivata dopo che sono iniziate a circolare voci di una decina di parlamentari renziani pronti a lasciare il partito poco dopo la Leopolda. Il motivo? Il supposto spostamento a destra di Italia Viva, a partire dal caso Sicilia, dove Renzi ha siglato un accordo con Micciché.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli