I russi si ritirano da Kherson: come mai?

Ecco perchè i russi si sono ritirati da Kherson
Ecco perchè i russi si sono ritirati da Kherson

È una scelta militare importante, che apre uno spiraglio per un negoziato, quella che Vladimir Putin ha preso ritirando le truppe russe da Kherson. Lo stesso ministro della Difesa russo, Sergei Shoigu, ha approvato il ritiro. L’annuncio appare come una nuova importante svolta a favore di Kiev nella guerra in Ucraina.

La Russia ritira le truppe da Kherson

Ma perchè questo ritiro è così importante? Kherson è l’unico capoluogo di regione occupato dai russi ed anche la prima città conquistata a marzo dagli invasori: in poche parole Kherson rappresenta un ritiro strategico per il conflitto.

Perchè il ritiro è così strategico?

La città è situata sulla sponda ovest del fiume Dnipro, prima dell’invasione russa era un centro culturale e industriale di 380mila abitanti. Senza dimenticare il suo porto fluviale che rappresentava uno sbocco per il trasporto del grano verso il vicino Mar Nero e sede di un grande cantiere navale. Certamente la caratteristica più evidente di questa città è la sua posizione geografica, che la fa essere un ponte verso la Crimea.

Umiliante sconfitta per la Russia

Il ritiro dall’unico capoluogo regionale ucraino occupato segna una umiliante sconfitta per il presidente russo Vladimir Putin. In effetti, lo scorso 29 settembre il leader del Cremlino ha firmato il decreto di annessione delle regioni ucraine di Donetsk, Luhansk, Zaporizhzhia e Kherson. Ma in realtà quanto reale controllo ha di questo territorio?