Russia accusa Ucraina di marcia indietro durante i colloqui di pace

·1 minuto per la lettura
Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov a Mosca

(Reuters) - La Russia ha accusato l'Ucraina di aver fatto marcia indietro su alcuni impegni presi durante i colloqui di pace, aggiungendo che l'atteggiamento di Kiev sta avendo cattive ripercussioni sui negoziati.

Il portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov ha detto che il ritmo dei colloqui lascia molto a desiderare e che l'iniziativa spetta ora a Kiev, dopo che la Russia ha consegnato un documento ai negoziatori ucraini. Peskov ha detto che Mosca è in attesa di una risposta.

Il principale negoziatore ucraino ha detto ieri che è difficile prevedere quando potranno riprendere le trattative.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli