Russia, arrestati detective che hanno aiutato Navalny a fare luce su avvelenamento

·1 minuto per la lettura

Le autorità russe hanno arrestato tre investigatori privati che sarebbero riusciti a ottenere i dati personali degli agenti dell'Fsb accusati da Aleksei Navalny di essere coinvolti nell'operazione per il suo avvelenamento.

Secondo quanto rende noto il canale Baza, usualmente bene informato sulle attività delle forze di sicurezza, i tre lavorano per una agenzia investigativa privata e avrebbero ottenuto i dati relativi all'utenza telefonica degli agenti dell'Fsb su richiesta di collaboratori di Navalny in incognito. "Alcune delle informazioni ottenute dai tre era stata usata da Navalny per una delle sue inchieste", ha spiegato una fonte inquirente.

Pyotr Katkov, Aleksandr Zelentsov, e Igor Zaitsev sono stati accusati di violazione delle leggi sulla privacy e di contraffazione. Lo scorso dicembre, Bellingcat, The Insider e der Spiegel avevano pubblicato i nomi di otto agenti coinvolti nell'avvelenamento di Navalny ad agosto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli