Russia, attivista Lgbt pugnalata e strangolata a San Pietroburgo

Dmo

Roma, 23 lug. (askanews) - Una attivista di spicco dei diritti LGBT in Russia, Yelena Grigoryeva, è stata pugnalata a morte e strangolata a San Pietroburgo. Il corpo della 41enne è stato trovato nei cespugli vicino alla sua casa domenica, ha riferito la polizia.

Girgoryeva aveva ricevuto minacce di morte. In un post su Facebook, pubblicato ieri, l'attivista Dinar Idrisov ha scritto che la sua amica Grigoryeva è stata "brutalmente uccisa". "Recentemente era stata vittima di violenza e e di minacce di morte", ha scritto aggiungendo che aveva presentato diverse denunce alla polizia.