Russia, Cina richiedono summit Onu, criticano Occidente

·1 minuto per la lettura
Sergei Lavrov e Wang Yi, ministri degli Esteri della Russia e della Cina, durante una conferenza stampa a Guilin, in Cina

MOSCA/PECHINO (Reuters) - Russia e Cina hanno chiesto un incontro dei membri permanenti del Consiglio di sicurezza Onu, in quella che definiscono come un crescente scontro politico, con Mosca che giudica 'distruttive' le azioni degli Stati Uniti.

I due alleati, le cui relazioni con l'Occidente sono sempre più tese, hanno richiesto un summit delle Nazioni Unite in un comunicato congiunto, dopo colloqui tra i ministri degli Esteri dei due paesi.

"In un momento di crescente turbolenza politica globale, una riunione dei membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite è particolarmente necessario per stabilire un dialogo diretto sui metodi di soluzione dei problemi comuni dell'umanità, nell'interesse del mantenimento della stabilità globale", si legge nel comunicato, pubblicato sul sito del ministero degli Esteri russo.

Da tempo, Mosca ha chiesto unilateralmente un meeting simile.

Il comunicato non menziona direttamente gli Stati Uniti ma secondo l'agenzia di stampa Tass il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov avrebbe detto durante la conferenza stampa dopo i colloqui col ministro cinese Wang Yi che sia Mosca che Pechino non apprezzano il comportamento degli Stati Uniti.

Entrambi i paesi sono ai ferri corti con Washington.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Roma Francesca Piscioneri)