Russia, Comitato Madri soldati chiede chiarezza su alleato Navalny

Fco

Roma, 27 dic. (askanews) - Le autorità russe hanno violato "ogni possibile procedura legata alla leva obbligatoria" nel caso di Ruslan Shaveddinov, project manager presso la fondazione anti-corruzione di Alexei Navalny. L'uomo era scomparso lunedì dopo l'irruzione della polizia nella sua abitazione a Mosca - gli era stata anche disabilitata la SIM card del telefono - per poi riapparire il giorno successivo in una base aerea segreta della Difesa nel remoto arcipelago di Novaya Zemlya, nel Mar Glaciale artico. Questa la denuncia di Valentina Melnikova, presidente del Comitato madri dei soldati russi, che cjiede di fare chiarezza sulla legalità dell'invio di Shavveddinov al servizio militare nell'Artico.(Segue)