Russia, crollo economico cancellerà 15 anni di guadagni - Iif

Diversi pedoni a Nevsky Avenue in centro a San Pietroburgo, in Russia

LONDRA (Reuters) - L'economia russa subirà una contrazione del 15% quest'anno e del 3% nel 2023, a causa delle sanzioni occidentali, dell'esodo delle aziende, della "fuga dei cervelli" russi e del crollo delle esportazioni, che hanno cancellato 15 anni di guadagni economici.

In un resoconto sull'economia russa dopo l'invasione dell'Ucraina lanciata da Mosca il 24 febbraio, l'Institute of International Finance (IIF) ha detto di non aspettarsi un cessate il fuoco nella guerra e di ritenere probabile un ampliamento e inasprimento delle sanzioni nei prossimi mesi.

Le sanzioni occidentali dopo l'invasione hanno innescato la "completa disintegrazione di 30 anni di investimenti", ha detto Elina Ribakova, vice capo economista dell'Istituto di Finanza Internazionale (IIF), durante un briefing con la stampa.

"Qual è il numero che si può dare allo smantellamento di 15 anni di catene di valore?", ha detto, aggiungendo che se l'Europa si allontanerà dalle esportazioni energetiche russe, l'economia sarà colpita ancora più duramente nel medio termine.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli