Russia dice che Ucraina progetta "provocazione" a Zaporizhzhia, Kiev respinge accuse

Un soldato russo davanti alla centrale nucleare di Zaporizhzhia, in Ucraina

LONDRA (Reuters) - La Russia ha avvertito sul rischio di un disastro causato da errore umano nella centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia e ha accusato Kiev e l'Occidente di progettare una "provocazione" sul luogo domani, durante la visita in Ucraina del segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

Un alto funzionario ucraino ha respinto quella che ha definito una cinica dichiarazione di Mosca, affermando che la soluzione più semplice alla situazione sarebbe il ritiro delle forze russe dall'impianto, la rimozione delle munizioni immagazzinate nella struttura e lo sminamento.

L'impianto nucleare di Zaporizhzhia, il più grande in Europa, è stato occupato dalla Russia subito dopo l'invasione dell'Ucraina, quasi sei mesi fa, ed è stato oggetto di ripetuti bombardamenti, con Mosca e Kiev che si sono accusati a vicenda della responsabilità degli attacchi.

La Russia sostiene che le forze ucraine stanno sparando in modo sconsiderato contro l'impianto, ma l'Ucraina afferma che la Russia sta deliberatamente usando il complesso di reattori come base per lanciare attacchi contro la popolazione ucraina.

Il portavoce del ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov, ha detto ai giornalisti che Mosca sta adottando misure per garantire la sicurezza dell'impianto e ha negato di aver schierato armi pesanti all'interno e nei dintorni della struttura.

Tuttavia, il ministero ha detto che l'impianto potrebbe essere chiuso nel caso in cui le forze ucraine continuassero a bombardarlo.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Sabina Suzzi)