Russia: domani nuova protesta a Mosca, rimandato il derby

webinfo@adnkronos.com

Si terrà domani dalle 14 (le 13 in Italia) nel centro di Mosca una nuova protesta, anche in questo caso non autorizzata, contro l'esclusione di decine di candidati indipendenti e dell'opposizione alle elezioni per i 45 deputati della Duma locale del prossimo 8 settembre.  

Le autorità hanno fatto slittare di due giorni il derby fra lo Spartak e la Dynamo anche se il vice sindaco Aleksandr Gorbenko ha negato che la motivazione fosse la coincidenza fra la partita allo stadio Otkrite e la protesta lungo l''anello dei bulvard' della città, come era stato invece denunciato dal braccio destro di Aleksei Navalny, Nikolai Lyaskin. Due band coinvolte nel concerto e grigliata gratuiti "Shashlik Live" organizzato nel fine settimana al Gorki Park dal sindaco sabato hanno dato forfait in sostegno alla protesta (I Bravo e i Tequillajazz).  

L'ultima protesta risale a sabato scorso, con un violento intervento della Guardia nazionale e il fermo di 1.400 persone. Da allora, sono state condannate o multate decine di persone e numerose altre rischiano di essere condannate per il reato penale di assalto alla polizia. Diversi altri attivisti sono stati arrestati e case perquisite. La procura di Mosca ha anticipato che le forze di sicurezza domani adotteranno "tutte le misure necessarie per fermare le provocazioni, i disordini e qualsiasi azione che comporti una violazione della sicurezza pubblica". "Qualsiasi tentativo di partecipare a eventi pubblici non autorizzati nella città di Mosca domani saranno considerati come una violazione della legge". 

L'alleata di Navalny, l'avvocata di 31 anni Lyubol Sobol, unica leader delle a piede libero dopo la condanna di Navalny e Dmitry Gudkov a 30 giorni di carcere, Ivan Zhdanov a 15 e Ilya Yashin a 12, aveva denunciato il 13 luglio la bocciatura della sua candidatura e l'avvio di uno sciopero della fame e protesta a oltranza. Zhdanov, responsabile delle strategia della Fondazione anti corruzione di Navalny e candidato respinto alle elezioni dell'8 settembre, ha iniziato la stessa protesta oggi.  

"E' arrivato il momento di misure radicali", ha detto in una recente intervista Sobol che ha invitato i suoi sostenitori a recarsi domani "in un ualsiasi punto" dell'anello dei bulvard. Nel suo e in altri casi, la Commissione elettorale aveva denunciato l'invalidità di molte delle firme di residenti di Mosca richieste in sostegno della candidatura. "Torneremo nel centro di Mosca ogni sabato fino a che non rimettono i nostri nomi sulle schede. Tradirei i miei sostenitori se accettassi ora di tornare sulla Prospettiva Sakharov (il luogo meno centrale in cui il comune aveva autorizzato la manifestazione, ndr)", ha aggiunto.  

Domenica, in carcere, Navalny è stato ricoverato con quella che gli è stata diagnosticata come una reazione allergica. L'oppositore ha formalizzato una denuncia in questo senso alla Commissione inquirente chiedendo esami tossicologici e di poter visionare i video di sorveglianza del carcere.