Russia: Fsb, 'sventato sabotaggio al gasdotto South Stream'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Mosca, 24 nov. (Adnkronos) – Il servizio federale per la sicurezza delle Federazione Russa (Fsb) ha annunciato di aver sventato un tentativo di sabotaggio e attacco terroristico al gasdotto South Stream. "E' stato impedito un tentativo da parte dei servizi speciali ucraini – hanno dichiarato i servizi russi – di commettere un atto di sabotaggio e terrorismo sul gasdotto South Stream, attraverso il quale vengono erogate forniture energetiche alla Turchia e all'Europa".

L'Fsb ha riferito che i cittadini russi "coinvolti nella preparazione e nel supporto all'attacco terroristico" sono stati arrestati. Sono state sequestrate quattro mine magnetiche, quattro chilogrammi di plastite, micce ad azione ritardata, 593.000 rubli e mezzi di comunicazione "contenenti corrispondenza e trattative con un curatore dei servizi speciali dell'Ucraina, istruzioni per il montaggio e l'installazione di un ordigno esplosivo, nonché trasferimento di fondi e coordinate del luogo in cui è avvenuta l'esplosione nella regione di Volgograd".