Russia-Giappone, nuovo incontro per porre fine a disputa dal '45

Sam

Roma, 20 dic. (askanews) - I ministri degli esteri della Russia e del Giappone si sono incontrati ieri per cercare di trovare una soluzione a una disputa territoriale che ancora impedisce loro di firmare un trattato di pace formale dalla Seconda Guerra Mondiale.

L'Unione Sovietica occupò le Isole Curili, un arcipelago vulcanico situato a nord dell'Hokkaido, negli ultimi giorni della seconda guerra mondiale e da allora vi ha mantenuto una presenza militare.

E' la terza volta in quattro mesi che si incontrano il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov e il suo omologo giapponese Toshimutsu Motegi.

"I colloqui sono stati costruttivi e sostanziali", ha detto Lavrov dopo un incontro con la sua controparte giapponese a Mosca. Atsushi Kaifu, un portavoce del ministero degli Esteri giapponese, ha affermato che le discussioni sono durate circa cinque ore e si sono concentrate sul trattato di pace. "È stata una discussione intensa e fruttuosa", ha aggiunto, aggiungendo che i ministri degli Esteri si incontreranno di nuovo a margine della Conferenza di sicurezza di Monaco a febbraio.(Segue)