Russia, giornalista Safronov condannato a 22 anni di carcere duro

featured 1645344
featured 1645344

Mosca, 5 set. (askanews) – Il tribunale della città di Mosca ha emesso un verdetto di colpevolezza a carico di Ivan Safronov, giornalista ed ex consigliere del capo dell’agenzia spaziale russa Roskosmos, a 22 anni di colonia penale di massima sicurezza. Safronov, ex giornalista per testate di peso come Kommersant e Vedomosti, è stato accusato di alto tradimento e incarcerato da luglio 2020: secondo la procura, che aveva chiesto 24 anni di carcere, ha collaborato con l’intelligence tedesca e della Repubblica ceca. I suoi legali hanno annunciato ricorso contro la condanna.

La condanna di Safronov arriva nel giorno in cui un tribunale di Mosca ha revocato la licenza al quotidiano “Novaya Gazeta” su richiesta del Servizio federale per il controllo dei media (Roskomnadzor). Novaya Gazeta” è stato per oltre due decenni una pubblicazione indipendente e spesso scomoda: sulle sue colonne scriveva la giornalista Anna Politikovlsya uccisa a Mosca nel 2006. E l’ultimo direttore è il premio Nobel Dmitri Muratov, che ha tentato una sorta di armistizio con il Cremlino, evidentemente senza esito e che oggi annuncia ricorso contro la revoca della licenza.