Russia intende prendere pieno controllo del Donbass e Ucraina meridionale - Ifax

·2 minuto per la lettura
Soldati delle forze speciali cecene a Mariupol

(Reuters) - La Russia intende prendere il pieno controllo del Donbass e dell'Ucraina meridionale come parte della seconda fase dell'operazione militare, ha affermato il vice comandante del distretto militare centrale della Russia citato dall'agenzia di stampa Interfax.

Secondo Interfax, il vice comandante Rustam Minnekayev, ha anche detto che la Russia pianifica di creare un passaggio via terra tra la Crimea, che la Russia ha annesso nel 2014, e il Donbass.

Gli ultimi combattenti ucraini rimasti nella città portuale di Mariupol nel Donbass si sono rifugiati in un vasto impianto industriale, che il presidente Vladimir Putin ha ordinato di circondare invece che di attaccarlo. Mariupol si trova tra le aree controllate dai separatisti russi e la Crimea e la sua conquista permetterebbe alla Russia di collegare le due zone.

Minnekayev ha detto che prendere il controllo dell'Ucraina meridionale migliorerebbe l'accesso russo alla regione separatista filorussa della Moldavia, la Transnistria, che confina con l'Ucraina e che Kiev teme possa essere usata come piattaforma di lancio per nuovi attacchi.

L'Ucraina ha recentemente sostenuto che nella regione sia stato approntato un campo base d'aviazione che potrebbe essere usato da Mosca per far entrare truppe in Ucraina, affermazioni che il ministero della difesa della Moldavia e le autorità della Transnistria hanno negato.

"Il controllo sul sud dell'Ucraina è un'altra via per la Transnistria, dove ci sono prove che la popolazione di lingua russa sia oppressa", ha detto Minnekayev durante un incontro nell'oblast di Sverdlovsk, nella Russia centrale, secondo quanto riportato dalla Tass.

La Tass non ha citato prove o dettagli forniti da Minnekayev in merito alla supposta oppressione.

La Russia ha inviato decine di migliaia di truppe in Ucraina il 24 febbraio in quella che Mosca definisce un'operazione speciale per ridurre le capacità militari del suo vicino meridionale e scovare alcuni individui definiti pericolosi nazionalisti.

Le forze ucraine hanno opposto una dura resistenza e l'Occidente ha imposto sanzioni sulla Russia nel tentativo di spingerla a ritirare l'esercito.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Claudia Cristoferi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli