Russia: invitano a manifestare domani, ordinate custodie cautelari

Ihr

Roma, 2 ago. (askanews) - La magistratura russa ha disposto la custodia cautelare per le prime due persone accusate di aver lanciato appelli a "disordini di massa", prima di una nuova manifestazione non autorizzata in programma domani a Mosca su invito dell'opposizione che reclama libere elezioni.

Ivan Podkopayev e Kirill Zhukov fanno parte dei cinque arrestati giovedì nell'ambito di un'indagine sulla manifestazione dell'opposizione del 27 luglio, gravemente repressa dalla polizia.

Podkopayev e Zhukov sono entrambi avvocati, il primo per l'Ong Ovd-Info, specializzata nel monitoraggio delle proteste, il secondo per conto di Agora, che si occupa della difesa dei diritti umani in Russia. Rischiano fino a 15 anni di carcere.

Il Comitato investigativo russo, che gestisce i principali casi penali, ha dichiarato martedì di aver identificato almeno 10 persone che hanno lanciato "appelli a partecipare" alla protesta di sabato sapendo "che potevano generare disordini di massa".

Tra i cinque arrestati giovedì figura Alexei Miniailo, consigliere dell'avvocato anti-corruzione Liubov Sobol. La bocciatura della candidatura di Liubov Sobol e di altri oppositori alle elezioni locali di settembre è stata il fattore scatenante delle recenti manifestazioni a Mosca.

Circa 1.400 persone, tra cui molti dei principali leader dell'opposizione e potenziali candidati indipendenti, sono state arrestate sabato scorso durante una protesta non autorizzata davanti alla sede del municipio di Mosca. Un'altra manifestazione, anch'essa non autorizzata, è prevista per domani e si svolgerà senza quasi tutti i leader dell'opposizione, condannati a brevi pene detentive.

Il principale avversario del Cremlino, Alexei Navalny, sta scontando 30 giorni di carcere. Ricoverato lo scorso fine settimana per una "grave reazione allergica" prima di essere rimandato in cella, ha denunciato di essere stato "avvelenato".