Russia lancia monito agli Usa contro invio armi in Ucraina

·1 minuto per la lettura
Il segretario di Stato Antony Blinken e il Segretario alla Difesa Usa Lloyd Austin prendono parte a un incontro con il presidente Ucraino Volodymyr Zelensky

LONDRA (Reuters) - La Russia ha lanciato un monito contro gli Stati Uniti di non inviare più armi in Ucraina.

Lo ha detto Anatoly Antonov, ambasciatore di Mosca a Washington, in un'intervista con il canale televisivo Rossiya 24.

"Abbiamo sottolineato l'inaccettabilità di questa situazione quando gli Stati Uniti d'America riversano armi in Ucraina, e abbiamo chiesto di porre fine a questa pratica", ha detto Antonov.

L'ambasciatore ha aggiunto che è stata inviata a Washington una nota diplomatica ufficiale per esprimere i timori della Russia. Secondo Antonov, una simile fornitura di armi da parte degli Stati Uniti aggraverebbe ulteriormente la situazione e alzerebbe la posta in gioco del conflitto.

Il più alto diplomatico di Washington e il segretario alla Difesa Usa hanno incontrato ieri sera il presidente ucraino Volodomyr Zelensky a Kiev, impegnandosi a fornire nuovi aiuti, dal valore di 713 milioni di dollari, all'Ucraina e ad altre nazioni della regione che temono una potenziale offensiva russa.

Ad inizio aprile, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato un nuovo pacchetto d'assistenza militare per l'Ucraina da 800 milioni di dollari, espandendo la portata dei sistemi forniti per includere l'artiglieria pesante.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli