Russia, manifestazioni: prime condanne per violenze a polizia -2-

Fco

Roma, 3 set. (askanews) - Due manifestanti, Ivan Podkopayev e Danila Beglets, sono stati condannati rispettivamente a tre e due anni di reclusione per "violenze": uno per aver strappato gas lacrimogeni agli agenti di polizia, un altro per aver abusato di uno di loro. I due uomini si erano dichiarati colpevoli.

Un blogger, Vladislav Sinitsa, è stato condannato a cinque anni di reclusione per "istigazione all'odio" dopo un tweet in cui aveva suggerito di aggredire i bambini dei poliziotti dopo la repressione di una protesta. Con una mossa a sorpresa, tuttavia, gli inquirenti hanno alleggerito le gravi accuse contro altre sei persone, tra cui un ex cadetto dell'esercito che aveva partecipato ai cortei sulla Piazza Rossa, derubricandole a violazioni amministrative, punibili con multe o pene detentive.