Russia, medico: non è escluso che Navalny sia stato avvelenato

Coa

Roma, 29 lug. (askanews) - Il leader dell'opposizione russa Alexei Navalny, ricoverato ieri in ospedale a seguito di una violenta reazione allergica, potrebbe essere stato avvelenato con una sostanza chimica sconosciuta. L'ipotesi è stata avanzata dalla dottoressa Anastasia Vasilyeva, che lo ha visitato in ospedale.

Navalny, 43 anni, è stato ricoverato d'urgenza ieri mattina, dalla prigione dove sta scontando una condanna di 30 giorni per violazione delle dure leggi russe sulla protesta in occasione di una manifestazione non autorizzata a Mosca.

"Non possiamo escludere che un danno tossico alla cute e alle mucose a causa di una sostanza chimica sconosciuta, con il contributo di una 'parte terza'", ha scritto su Facebook la dottoressa Vasilyeva.

La portavoce di Navalny, Kira Yarmysh, ha detto che il leader dell'opposizione russa mostra segni di un'allergia acuta con "grave gonfiore del viso e arrossamento della pelle".