Russia non intende "chiudere la porta all'Europa"- Cremlino

Dmitry Peskov, portavoce del Cremlino, a Mosca

(Reuters) - La Russia non intende "chiudere la porta" all'Europa, ha dichiarato il Cremlino, in un momento in cui le relazioni di Mosca con l'Occidente arrivano a nuovi minimi a causa del conflitto in Ucraina.

Alla domanda se le difficili relazioni con l'Europa stiano riportando indietro le lancette dell'orologio della storia, a prima degli sforzi di Pietro il Grande per aprire la Russia all'Europa, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha risposto: "Non abbiamo intenzione di chiudere nulla"

Pietro il Grande, che regnò tra il 1682 al 1725, fu lo zar che dette inizio alla trasformazione della Russia in grande potenza europea, oltre a fondare la città di San Pietroburgo, considerata la "porta sull'Europa" della Russia.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli