Russia non prevede fine rapida per crisi gas in Europa - Novak

Fiamme che escono da un fornello del gas a Bad Honnef

MOSCA (Reuters) - La Russia non prevede che la crisi del gas in Europa si stabilizzerà nel breve termine, ha detto il vice primo ministro Alexander Novak, aggiungendo che Mosca si aspetta che la domanda di gas nella regione Asia-Pacifico aumenterà del 7-8% quest'anno.

Novak, parlando durante un meeting governativo con il presidente Vladimir Putin, ha affermato che la Russia vede anche il rischio di aumenti dei prezzi dei prodotti agricoli.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Milano Sabina Suzzi, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli