Russia, nuova manifestazione 3 agosto dopo pugno di ferro di sabato

Cgi

Roma, 29 lug. (askanews) - Il capo del Consiglio per i diritti umani sotto il presidente della Federazione Russa, Mikhail Fedotov, ha dichiarato che l'ufficio del sindaco di Mosca ha deciso di organizzare una manifestazione il 3 agosto su viale Sakharov per impedire l'elezione di candidati al Consiglio comunale di Mosca. Fedotov ha spiegato che il partito libertario ha presentato una domanda la scorsa settimana. "L'ufficio del sindaco di Mosca mi ha informato che tale accordo è stato raggiunto" ha detto.

Un oppositore, Mikhail Svetov, ha dichiarato che l'azione non è stata indetta su viale Sakharov, ma a Lubianka. "Non eravamo d'accordo su Sakharov", ha twittato, spiegando che "tornare su Sakharov dopo quello che è successo sabato è impossibile".

La manifestazione del 27 luglio ha infatti mostrato un pesantissimo ritorno del pugno di ferro in piazza da parte della polizia. L'azione a sostegno di candidati indipendenti alla Duma della città di Mosca è stata accompagnata da scontri tra la polizia e i manifestanti. Diverse persone colpite dalle forze di sicurezza sono state inviate all'ospedale. Ed è stato record per Mosca: 1373 persone sono state arrestate.