Russia, Putin firma legge su agenti stranieri estesa a giornalisti

Dmo

Roma, 3 dic. (askanews) - Il presidente russo Vladimir Putin ha promulgato la legge in base alla quale chi lavora per media stranieri e riceve finanziamenti dall'estero, sia cittadino russo che straniero, potrà essere classificato come agente straniero.

La legge, approvata la settimana scorsa dalla Duma, espone potenzialmente i giornalisti e le loro fonti all'accusa di essere un agente straniero.

Gli attivisti per i diritti umani e i giornalisi hanno denunciato la mossa del governo russo e in una lettera aperta pubblicata la settimana, oltre 60 giornalisti, scrittori e attivisti, avevano chiesto al presidente russo di non promulgarla.

La legge sugli agenti stranieri in Russia è stata redatta dopo le grandi proteste anti-Putin del 2012 e ha coinvolto in maggioranza le ong.