Russia, raid polizia contro leader opposizione Navalny

webinfo@adnkronos.com

Il leader di opposizione ed attivista russo Alexei Navalny è stato fermato oggi dalla polizia durante un blitz nella sede della sua Fondazione anti-corruzione. Successivamente è stato lo stesso attivista a scrivere su Twitter di essere stato prelevato ma non arrestato. Durante il raid sono inoltre stati sequestrati computer, ed altro materiale, come già avvenuto in precedenza.  

Su Instagram Navalny ha postato immagini che lo ritraggono mentre viene accompagnato da uomini con il volto coperto che indossano uniformi nere e caschi. Secondo l'attivista la sua organizzazione è stata nuovamente presa di mira perché si è rifiutato di cancellare un video postato su YouTube - visto nel frattempo da milioni di persone - in cui accusa il premier Dmitry Medvedev di corruzione. Secondo il team di Navalny l'azione di oggi si spiega anche con l'imminente diffusione di un nuovo video, più critico del primo.