Russia, riforma Costituzione non scalda i russi: "meglio i sussidi" -2-

Cgi

Mosca, 16 gen. (askanews) - Ma se quella fetta di pubblico, quella delle donne, si è dimostrata particolarmente interessata ai nuovi sussidi proposti da Putin, la fascia più importante e difficile da raggiungere, i giovani (coloro che andranno a votare alle presidenziali del 2024 per la prima volta) continuano a mostrare un chiaro disinteresse. Se infatti da una parte ci sono i problemi di una demografia russa fiaccata dalla crisi degli anni Novanta e dal calo delle nascite di allora che si riflette oggi su meno persone in età fertile, dall'altra c'è una nuova generazione particolarmente disinteressata alla politica.

Gleb, 18 anni, dice chiaramente di non aver seguito il discorso e di non essere interessato. Sofia, 26, spiega che tanto per lei non cambia nulla e di voler andare a vivere in Europa. Pur correggendosi "anche qui è Europa, ma è diverso".

Quasi tre quarti dei russi hanno salutato il 2020 con la speranza di un miglioramento. Tuttavia, oltre la metà degli intervistati in un sondaggio del centro demoscopico Levada si aspetta che la situazione economica e politica nel Paese rimanga tesa. Nonostante dinamiche positive, verso la fine dello scorso anno, il miglioramento degli umori è rallentato. L'approvazione dell'operato delle principali istituzioni statali e della situazione nel Paese nel suo insieme sono inferiori del dieci percento rispetto all'estate del 2018.(Segue)