Russia, rischia 7 anni di carcere per aver giocato a “Pokemon Go” in luogo sacro

Già in carcere da fine ottobre a metà febbraio, il blogger 22enne Ruslan Sokolovski adesso rischia fino a 7 anni e mezzo di reclusione nel processo appena iniziato che lo vede accusato di “istigazione all’odio” e “violazione del diritto alla libertà di coscienza e di religione” in base ad una legge del 2013 .

La sua colpa quella di aver giocato con l’applicazione per smartphone “Pokemon Go”, nella Cattedrale di Ekaterinburg. Ad incriminarlo è stato un video postato sul suo blog che vede il giovane impegnato nella caccia virtuale ai mostri nel luogo considerato sacro, dove è avvenuto lo sterminio della famiglia dell’ultimo zar Nicola II.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità