Russia, in un anno export armi per 10 miliardi "malgrado sanzioni"

Orm
·1 minuto per la lettura

Roma, 30 ott. (askanews) - L'agenzia statale russa per le vendite all'estero di armamenti, Rosoboronexport, ha realizzato contratti per 9,17 miliardi di dollari tra ottobre 2019 e ottobre 2020: lo riferisce il Centro di analisi per le strategie e le tecnologie (Cast), precisando che l'anno scorso sono stati incassi 10 miliardi di dollari. "allo stesso tempo, il volume del debito degli acquirenti stranieri, emerso a causa delle sanzioni imposte nei confronti di Rosoboronexport, si è significativamente ridotto, del 40%". Cast evidenzia che l'agenzia per l'export di armamenti ha saputo mantenere un portafoglio di ordini da 50 miliardi di dollari malgrado la pressione delle sanzioni e le difficoltà a livello di cooperazione internazionale, "comprese quelle connesse alla pandemia da Covid-19" e nonostante "l'accresciuta competizione sul mercato degli equipaggiamenti militari" sold abroad over $10 billion worth of weapons and signed contracts with a total worth of $9.17 billion between October 2019 and October 2020, the Centre for Analysis of Strategies and Technologies (CAST) said on Friday. Complessivamente, il quadro permette ottimismo per I prossimi tre anni riguardo le sorti di oltre 700 imprese russe attive nel settore.