Russia-Usa, Lavrov: su summit Putin-Biden non ci facciamo illusioni

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 1 giu. (askanews) - La Russia non si fa illusioni su scoperte o possibili decisioni storiche a seguito dell'imminente incontro dei presidenti russo e americano Vladimir Putin e Joe Biden a Ginevra. Lo ha affermato il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov. "Per quanto riguarda il prossimo vertice a Ginevra del 16 giugno dei presidenti di Russia e Stati Uniti, non ci stiamo facendo illusioni, non stiamo cercando di creare l'impressione che ci saranno delle scoperte, decisioni storiche fatali, ma lo stesso fatto di una conversazione tra le due principali potenze nucleari a livello di alti funzionari, ovviamente, è importante, questo deve essere sostenuto in ogni modo possibile", ha detto Lavrov in una conferenza stampa a Mosca.

"Devono scambiarsi opinioni su quali minacce ciascuna delle parti vede per i loro paesi e in generale nell'arena globale", ha aggiunto, aggiungendo successivamente che Mosca è pronta a riprendere i contatti nell'ambito del Consiglio Russia-Nato.Suggerendo tuttavia che l'Alleanza abbia "alcuni piani dannosi contro la Federazione Russa. Voglio sbagliarmi ", ha detto Lavrov, precisando che "nessuno nell'area euro-atlantica dovrebbe rafforzare la propria sicurezza a scapito della sicurezza di altri".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli