Russiagate, Conte: richiesta Barr su agenti servizi Usa

Afe

Roma, 23 ott. (askanews) - "E' chiaro che la richiesta era in riferimento ad agenti dell'intelligence americani di stanza a Roma, che avevano operato sul territorio italiano. In questo contesto, ma non è mai stato offerto nessun elemento, ci poteva essere l'eventualità che avessero lavorato insieme ai nostri Servizi". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi dopo l'audizione al Copasir sulla vicenda Russiagate.

"E' stata l'occasione - ha aggiunto - anche per fare una verifica per noi, nei nostri archivi. Se ci fossero state delle attività illecite che coinvolgevano anche nostri agenti probabilmente avremmo avuto l'obbligo di segnalare all'autorità giudiziaria. Ma non c'è coinvolgimento".