Russiagate, D'Alema: non vedo giallo, normale collaborazione tra alleati

Gal

Roma, 11 ott. (askanews) - "Non vedo il giallo. Se il governo di un Paese alleato chiede di poter incontrare i capi dei Servizi italiani, è giusto che lo possa fare. Chi poteva opporre un diniego? Parliamo del nostro principale alleato...Non ho alcun dubbio che l'interlocuzione si sia mantenuta sul terreno della correttezza e del rispetto delle nostre prerogative". Così Massimo D'Alema, in un'intervista a La Stampa, risponde a proposito del cosiddetto Russiagate che coinvolge il presidente del Consiglio.

E a chi gli chiede se Conte si sia comportato correttamente l'ex premier ed ex ministro degli Esteri risponde: "Sinceramente mi sembra si sia fatta una gran confusione attorno a un episodio che rientra nella normale collaborazione fra Paesi alleati".