Russiagate, Gelmini: da Conte colpo basso e inopportuno a Salvini

Pol/Vep

Roma, 24 ott. (askanews) - "Noi siamo rimasti gli unici, pur essendo all'opposizione, a non speculare su queste vicende: i servizi segreti trattano materiale riservato. A noi non è dato sapere cosa abbia detto esattamente Conte. Quel che trovo assurdo è che, dopo la deposizione, Conte convochi una conferenza stampa. Se quel materiale è riservato, è segreto, cosa doveva comunicare? Utilizzarla per attaccare Salvini, che non è indagato come non lo è alcun parlamentare della Lega, è un colpo basso anche abbastanza sciocco e inutile, e non sta bene venga fatto dal presidente del Consiglio. Ormai sembra un fatto personale, ma di mezzo c'è l'Italia, non è una bega tra due persone. Attaccare Salvini dopo la deposizione onestamente non ha senso". Lo ha detto Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, a Tagadà, su la7.