Russiagate, Lezzi: prosegue fuga di Salvini da verità e doveri

Pol-Afe

Roma, 23 ott. (askanews) - "Da mesi sul caso dei presunti fondi russi alla Lega Matteo Salvini alterna silenzi, battute da bar e tentativi di svicolare dalle domande. Fa tutto e il contrario di tutto, tranne che dare spiegazioni convincenti. Eppure si tratta di un caso molto delicato e, al di là dell'iter della giustizia, l'opportunità politica di fare chiarezza dovrebbe essere una impellenza per qualunque persona seria e che non abbia nulla da nascondere. Invece il capo della Lega non è venuto a riferire in Parlamento quando era ministro, figurarsi se darà spiegazioni adesso nonostante l'inchiesta di Report aggiunga ulteriori ombre e interrogativi. Tanto per cominciare, Salvini dovrebbe spiegare agli italiani perché ha dichiarato di conoscere a malapena Gianluca Savoini quando, in base alla ricostruzione fatta da Report, si evince chiaramente che tra i due esiste un vero e proprio sodalizio di lungo corso. Più Salvini cerca di sfuggire dai suoi doveri, più le richieste di fare chiarezza aumenteranno". Così in una nota la senatrice Barbara Lezzi.