Russiagate, Mirabelli-Parrini (Pd): governo faccia chiarezza

Pol-Afe

Roma, 23 ott. (askanews) - "Quali iniziative urgenti il governo intenda adottare al fine di fare al più presto chiarezza sui fatti allarmanti" emersi dall'inchiesta di Report sul cosidetto 'Russiagate' che "al di là delle loro eventuali implicazioni penali, appaiono gravemente lesivi della sovranità del nostro Paese e tali da destabilizzare le radici e i valori fondanti della nostra democrazia". E' quanto chiedono di sapere Franco Mirabelli e Dario Parrini, senatori del Pd.

Secondo i due esponenti Dem, "la ricostruzione fatta da Report dei rapporti intessuti dalla Lega da quando Salvini ne diventò il segretario mostra l'esistenza di un disegno finalizzato alla nascita di un asse internazionale tra forze estremiste di destra, in cui Salvini e la Lega appaiono spesso come pedine".

Quanto riportato dall'inchiesta di 'Report' del 21 ottobre scorso "rivela, in modo inquietante - scrivono Mirabelli e Salvini - come la nota vicenda dei finanziamenti russi al partito Lega per Salvini Premier, oggetto di indagini da parte da parte della Procura di Milano per corruzione internazionale e di una informativa del Presidente del Consiglio dei ministri, Conte, svoltasi in Senato il 24 luglio scorso, sia parte di un disegno molto più complesso e pericoloso". Inoltre "il quadro che emerge dall'inchiesta giornalistica di Report mostra come i legami sempre più numerosi che la Lega ha stretto negli anni con forze estremiste di destra, sia in Russia che negli Stati Uniti, facciano parte di un progetto internazionale, alimentato da moltissimo denaro, finalizzato al chiaro obiettivo di destabilizzare l'Europa".