Russiagate: Rosato (Iv), 'cena Barr-Vecchione? certo che Conte sapeva'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 apr. (Adnkronos) – Quanto scritto oggi da 'Repubblica' oggi sul presunto 'Russiagate''? “Mi sembra che il termine 'presunto' sia una cortesia. Ho letto e penso che spieghi perché noi chiedevamo perché il premier, a suo tempo, desse una delega sui servizi segreti e non li usasse come suo strumento personale. Non lo hanno mai fatto i presidenti del consiglio, lo voleva fare Giuseppe Conte e i risultati li vediamo”. Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, il presidente di Italia Viva Ettore Rosato.

Se ci fosse davvero stata questa cena tra Barr e Vecchione crede che Conte lo avrebbe saputo? “Certo, mi sembra normale”. Secondo lei Conte pensava davvero che ci fosse un accordo tra Renzi e Obama per 'fregare' Trump? “Evidentemente se gli ha dato fiato ci credeva”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli