Russiagate,Salvini:Conte su servizi confuso o ha coscienza sporca

Tor

Roma, 13 ott. (askanews) - In una chiacchierata con Annalisa Chirico pubblicata domani sul Foglio, il leader della Lega, Matteo Salvini, fa chiarezza su cosa pensa del caso Russiagate con cui sta facendo i conti il governo italiano. E torna anche sul caso Savoini.

"Il tempo - afferma il leader della Lega- è galantuomo, sempre e comunque. Io cerco di non condizionare mai la mia attività politica dalle vicende giudiziarie, sennò dovrei cambiare idea ogni quarto d'ora. La giustizia è uno dei grandi problemi del nostro paese. A me hanno chiesto se avessi preso soldi dalla Russia ma non ho mai visto un rublo o un dollaro. Setaccino pure: non troveranno nulla. Non so se Conte abbia fatto qualcosa di sbagliato ma, a giudicare dalle dichiarazioni degli ultimi giorni, lo hanno smentito tutti. Tira in ballo Mattarella e viene smentito da Mattarella; tira in ballo gli americani e viene smentito dagli americani; tira in ballo i servizi segreti e viene smentito dai servizi segreti; tira in ballo il Pd e viene attaccato dal Pd. Conte ha la coscienza sporca. O è abbastanza confuso o non ha la coscienza a posto".

"Savoini?A differenza di qualcun altro, io non batto cassa con le querele, nella mia vita non mi ha mai mosso la sete di denaro. Non querelo neanche gli avversari e i giornalisti che ogni giorno me ne dicono di tutti i colori. Penso che se lo facessi avrei già comprato un castello ma io non sono fatto così"