Rutte: "I reali olandesi possono sposare persone dello stesso sesso senza perdere il trono"

·1 minuto per la lettura
- (Photo: Patrick van KatwijkWireImage)
- (Photo: Patrick van KatwijkWireImage)

I membri della famiglia reale olandese possono sposare persone dello stesso sesso senza perdere il diritto al trono. Lo ha affermato il premier Mark Rutte, in una risposta scritta al Parlamento. A suscitare l’interrogativo è stato un libro sull’erede al trono, la 17enne Amalia, nel quale si sostiene che le leggi sembrano escludere la possibilità per i reali di nozze omosessuali, nonostante queste siano legali nel Paese dal 2001.

Della vita privata della figlia del re Willem-Alexander si sa poco e lei non ha fatto commenti sul tema. “Il governo ritiene che l’erede possa anche sposare una persona dello stesso sesso. Il gabinetto quindi non pensa che un erede al trono o il re debba abdicare nel caso sposi un partner dello stesso sesso”, ha affermato Rutte. Insomma, il premier è stato chiaro: i membri della famiglia reale sono liberi di convolare a nozze con chi vogliono.

Secondo la prassi, i reali devono avere l’approvazione del Parlamento per le loro nozze e in passato si è verificato che abbiano preferito rinunciare a sposare qualcuno senza permesso o perché un nullaosta sembrava improbabile.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli