Ryanair annuncia ricorso contro sanzione Antitrust da 4,2 million euro

·1 minuto per la lettura
Veivoli Rynair presso l'aeroporto di Dublino.

MILANO (Reuters) - Ryanair ricorre contro la sanzione da 4,2 milioni di euro dell'Antitrust italiana per pratiche commerciali scorrette, spiegando di aver pienamente rispettato sin dall'inizio della pandemia le restrizioni di viaggio imposte dal governo.

Nell'annunciare nei giorni scorsi la multa, l'authority aveva spiegato che, venute meno le limitazioni agli spostamenti legate all'emergenza covid, Ryanair non aveva rimborsato ai consumatori i biglietti per i voli cancellati dopo il 3 giugno 2020.

Per la stessa ragione l'Antitrust aveva già in precedenza sanzionato EasyJet e Volotea.

Ryanair spiega di aver agito nel pieno rispetto dei requisiti EU261 e delle linee guida della Commissione sui diritti dei passeggeri nel contesto della pandemia di Covid-19 relativamente a tutte le cancellazioni che si sono verificate a partire da marzo 2020.

"Ai clienti interessati dalla cancellazione di questi voli sono state offerte tutte le opzioni in conformità con il diritto Ue, inclusi cambi volo gratuiti, rimborsi in denaro o voucher come scelta aggiuntiva, previa accettazione da parte del passeggero", si legge nella nota odierna in cui la compagnia irlandese annuncia il ricorso.

(Giulio Piovaccari, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli