Sì alla demolizione della scuola in via Rimini: chiusa per amianto

Demolizione scuola

Palazzo Marino ha approvato la demolizione della scuola dell’infanzia in via Rimini. L’edificio era stato chiuso nel 2012, a seguito del ritrovamento di amianto pericoloso per la salute di bambini ed educatori. Ora il Comune ha stanziato un milione e 850 mila euro per l’abbattimento e la bonifica.

Approvata la demolizione della scuola di via Rimini

Ancora nessun piano dettagliato per i lavori, ma fanno sapere dal Comune che per la scuola, situata nel Municipio 6, sarà ora predisposta la gara per l’abbattimento. A questa seguirà, nel corso del 2020, la progettazione per la ricostruzione. La scuola era stata chiusa nel 2012 dopo che erano state trovate delle tracce di amianto.

L’amministrazione ha inoltre approvato quattro delibere, per 4 milioni di euro ciascuna, per poter predisporre le gare d’appalto di altrettanti accordi quadro relativi a lavori di manutenzione straordinaria in materia di sicurezza, adeguamenti normativi e miglioramento energetico di edifici scolastici. All’interno trovano posto opere edili, impiantistiche, di abbattimento barriere architettoniche e di bonifica che seguono per il 75% le priorità definite dai municipi e per il 25% la programmazione tecnica. A questi 16 milioni di euro (oltre agli investimenti per la demolizione di Rimini e ad altri 16,5 milioni previsti per la nuova scuola Catone) si aggiungono, nel bilancio di quest’anno, 10 milioni di euro per gli accordi quadro riguardanti i CPI (Certificato Prevenzione Incendi).

I lavori in corso nelle scuole milanesi

Attualmente, fanno sapere da Palazzo Marino, sono in corso oltre 40 cantieri di manutenzione straordinaria in tutta la città, suddivisi all’interno di circa 20 appalti per un totale di 66 milioni di euro. Tra questi, i lavori più consistenti sono quelli in Colletta (ultimati per 350mila euro, in corso per 450mila euro e in progettazione per 1,5 milioni di euro), Ruffini (in corso per 1,4 milioni di euro; già eseguiti per altri 800mila euro), Monte Baldo (in corso e in progettazione per 1,5 milione di euro), infanzia Gattamelata 22 (in corso per 700mila euro), Stoppani (in corso e in progettazione fino a 3,5 milioni di euro) e Moscati (in corso per 5 milioni di euro).

I lavori terminati

Sono più di 30 i cantieri chiusi nell’ultimo anno. Per la messa in sicurezza dei solai, per esempio, nel solo 2019 sono stati eseguiti interventi per oltre 3 milioni di euro. Tra gli altri, nei nidi e scuole dell’infanzia Monte Popera, Massaua, Mompiani, nella primaria di Paravia 83, nella secondaria Castellino 9 e nel plesso di Circo/Massaia. La stessa tipologia di lavori è attualmente in corso nell’infanzia di Paravia 3, nelle primarie Iseo e Braschi, nella primaria e secondaria Monte Velino e nella secondaria Cipro.