Sì, i flipped hair (i capelli pettinati all'insù) sono tornati e questa stagione si portano così

Di Marzia Nicolini
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Estrop - Getty Images
Photo credit: Estrop - Getty Images

From ELLE

A volte ritornano. Come con la moda, così anche il beauty ci abitua a dei ripescaggi dal passato, con tendenze che credevamo morte e sepolte, e invece... È questo il caso del flipped hair look, ossia della chioma pettinata con le punte rivolte all'insù. Giusto per farvi capire quanto sia hot questo trend vi diciamo che a sfoggiare la chioma flipped sono state, in tempi recenti, Kim Kardashian, la sorellina minore Kylie Jenner, ma anche Dua Lipa e J-lo. Vi abbiamo convinte che si tratta di un tipo di styling da (ri)considerare? Ecco come aggiornare una delle capigliature più in voga a inizio Anni 60.

Flipped hair, la tendenza capelli dell'Autunno 2020

Come sottolinea Gianluca Caruso, Style Director di TONI&GUY Torino Guala, "si tratta di un tipo di capigliatura fortemente Anni 60, caratterizzato dai ampi volumi nella parte superiore della testa e dal movimento all’interno o all’esterno delle punte. Avendo una connotazione rétro, occorre valutare bene a che tipo di donna proporlo, perché non diventi old-fashioned. L'ideale per creare un ottimo contrasto è quello di proporlo alle più giovani, rendendo il look molto moderno e innovativo. Nota importante: "la lunghezza del taglio conta parecchio", precisa l'esperto. "In effetti lo consiglio su tagli di media lunghezza, con i capelli che arrivano almeno alla scapola. Più corto è il taglio, più sarà difficile gestire il volume laterale che questa piega comporta. Inoltre sconsiglio di riproporre il flipped hair sui tagli scalati. L'ideale sarebbe ricrearlo su capelli tutti pari e possibilmente non sottili, perché altrimenti il movimento non rimarrebbe compatto e si aprirebbe".

Come ricreare a casa la chioma 60s con punte all'insù

Step by step, Toni Pellegrino, Direttore Artistico The Club per Wella, spiega come ottenere il flipped hair look direttamente a casa. Procedete così: "per prima cosa evitate l'applicazione del conditioner e di altri prodotti oleosi sulla chioma, che tenderebbero ad appesantirla, inficiando il risultato finale. Prima della piega, applicate invece un prodotto fissante, idealmente uno spray texturizzante che doni corposità e struttura ai capelli. È possibile usare, oltre a questi spray, anche delle schiume volumizzanti o delle mousse effetto extra volume, per ottenere un buon sostegno. Ricordate che questi prodotti si applicano alla radice, pettinando i capelli bagnati e procedendo poi con la pre asciugatura.

A questo punto dovrete decidere, in base al vostro viso, dove e quanto volume dare, procedendo con la piega vera e propria. Lavorate i capelli a caduta naturale per ottenere una parte superiore più voluminosa e le lunghezze lisce. Mentre eseguite la piega, arrotolate la spazzola sulla punta della ciocca e fermate con una clip per dare volume, quasi come se si trattasse di un bigodino. Liberate tutte le punte e create il perfetto finish applicando una cera secca o un dry gel, per regalare una bella sensazione di asciutto alla capigliatura". L'idea in più? "Divertitevi a impreziosire la chioma con accessori come miniclip, mollettine e nastri, molto in auge negli Anni 60".