Sabato al via il Festival Barocco Alessandro Stradella di Viterbo

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 ago. (askanews) - Con l'edizione 2021 del Festival Barocco Alessandro Stradella di Viterbo, continua la scoperta dell'anima e della musica di un protagonista nascosto del nostro Seicento musicale. La bellezza, il fascino delle partiture e la finezza della scrittura strumentale di questo "Caravaggio della musica" torneranno protagonisti dal 23 agosto al 2 ottobre in uno scenario che si snoda tra Viterbo, Ronciglione, Caprarola, Bolsena, Nepi, Castiglione in Tiberina, Castel Sant'Elia, Civitella d'Agliano. Caratterizzato dal dialogo tra la tradizione musicale del passato e i linguaggi contemporanei, la manifestazione si conferma un laboratorio di sperimentazione artistica e creativa, come testimonia la presidenza onoraria di Anna Fendi.

A inaugurare il festival, realizzato in collaborazione con il Ministero della Cultura, la Regione Lazio e la Direzione Regionale Musei Lazio, sarà sabato 28 agosto, nel cortile di Palazzo Farnese a Caprarola Il Teatro del Mondo, un originale programma dedicato a Marcantonio Orrigoni, il grande castrato protagonista a Genova delle ultime opere di Stradella. L'Ensemble Mare Nostrum diretto da Andrea De Carlo, ormai un punto di riferimento nell'interpretazione delle opere stradelliane, accompagnerà la soprano Silvia Frigato.

Il 4 settembre Viterbo ospiterà "Alle danze! Il gesto, il canto e la parola nella musica di Alessandro Stradella in collaborazione con il Festival Segni Barocchi di Foligno e l'Accademia Nazionale di Danza, con l'Ensemble Mare Nostrum e la soprano Dorota Szczepanska.

Anche in questa edizione verrà dato ampio spazio agli artisti del territorio grazie alla sezione Musicisti della Tuscia: Passato e presente. Oltre ovviamente agli appuntamenti dedicati ad Alessandro Stradella, anche con i concerti a Viterbo e Ronciglione de I Discorsi Musicali di Cesare Crivellati, medico viterbese, e con Massenzio 2035. I giovani talenti internazionali dello Stradella Y(oung) - Project daranno vita il 9 settembre a Palazzo Farnese di Caprarola a Moro per Amore, l'ultima opera di Stradella, con la regia di Fabiano Pietrosanti. Il contrabbasso contemporaneo di Daniele Roccato, la viola da gamba di Lucile Boulanger, gli strumenti a pizzico di Daniel Zapico e Jadran Duncumb, il violino di Gabriele Pro accompagneranno il pubblico in un viaggio che terminerà il 2 ottobre nella chiesa di Santa Maria Nuova a Viterbo con il dialogo tra il pianoforte di Enrico Pieranunzi e il clavicembalo di Stefano Demicheli nel concerto Variazioni sulla ciaccona.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli