Sabrina Paravicini, 1 anno con il cancro: il racconto toccante

Attrice, sceneggiatrice, regista, combattente: Sabrina Paravicini è tutto questo e lo dimostra lei stessa dal suo profilo Instagram. In un post pubblicato ieri sul suo profilo social, l'attrice ha raccontato di come esattamente 1 anno fa abbia scoperto di avere un tumore. Un male, un mostro, che in modo diretto o indiretto tocca la vita di milioni di persone.

Leggi anche: >> PENSAVA FOSSERO SMAGLIATURE, INVECE ERA UN TUMORE: I SINTOMI DA NON SOTTOVALUTARE

Sabrina Paravicini, 1 anno fa scoprì di avere il cancro: il racconto toccante

"Esattamente la notte tra il 16 e il 17 dicembre mi sono svegliata perché ho sentito 'accartocciarsi' qualcosa dentro il mio seno"

Inizia così il racconto di Sabrina Paravicini su Instagram e prosegue con la descrizione di quelli che sono stati i primi passi che ha fatto verso la scoperta di questo nemico. Mammografia, ecografia... alla fine di tutti gli esami diagnostici ha scoperto di avere un carcinoma duttale infiltrante con una velocità di progressione alta e molto aggressivo. E' passato un anno, e la Paravicini continua la sua cura. Parla di resilienza, di passato di futuro nel suo post.

"Io navigo a vista" dice, per concludere con "Il conto alla rovescia per l'ultima terapia è iniziato. Fino a qui tutto bene".

Restare lucidi, presenti a se stessi quando ti viene diagnosticato un carcinoma non è facile. Non è facile spiegare cosa si prova. O forse è maledettamente semplice: si è sconvolti. La medicina fortunatamente sta facendo passi da gigante e oggi le speranze di vincere questa lotta sono alte. Sono tante le donne che si trovano ad affrontare la battaglia contro il tumore al seno, che rappresenta quasi il 30% delle tipologie che colpiscono le donne. Il carcinoma duttale poi, rappresenta tra il 70 e l'80% di tutte le forme di cancro del seno.

Il lungo racconto di Sabrina Paravicini è toccante e dai messaggi che i follower hanno lasciato si capisce che fa sentire tutte coloro che come lei stanno percorrendo quella strada, meno sole. L'augurio che facciamo a tutte le combattenti là fuori è di non mollare e di riuscire a vincere la loro battaglia. Crediti foto@kikapress