Sacchi critica la Juventus: "Giovani confusi. Un gruppo tradisce la storia del club"

Antonio Parrotto
·1 minuto per la lettura

Dura critica di Arrigo Sacchi alla Juventus e ai suoi calciatori. Intervenuto sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, l'ex commissario tecnico e allenatore fra le altre del Milan, ha parlato del momento dei bianconeri e ha criticato il gruppo della Juve.

Arrigo Sacchi | Ernesto S. Ruscio/Getty Images
Arrigo Sacchi | Ernesto S. Ruscio/Getty Images

Stando ad Arrighe il gruppo bianconero non ha motivazioni dopo 9 anni di dominio incontrastato nel calcio italiano. Ecco le sue parole: "La Juve è stata prima di tutto una squadra che ha voluto vincere in qualsiasi modo, affidandosi a lottatori con forte personalità e ad alcuni fuoriclasse che capaci di risolvere ogni situazione. Francamente oggi è difficile dare un giudizio sul gioco: anche i giovani arrivati in estate mi sembrano un po’ confusi, mi sa che hanno trovato un gruppo che sta tradendo la storia del glorioso club".

Prosegue Arrigo Sacchi nella sua disamina: "Se i bianconeri non ritroveranno una motivazione eccellente sarà dura per Pirlo, così come lo sarebbe per qualsiasi altro allenatore: d’altronde, nove anni di dominio richiedono uno sforzo mentale e professionale che potrebbe anche giustificare comportamenti più soft. Il tempo lo dirà".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juve e della Serie A.