Sacchi torna su Juventus-Ajax: "Giocavano con un uomo in meno"

A due mesi di distanza dalla notte dello Stadium, Sacchi torna a parlare di Juventus-Ajax: "Quando giochi con un uomo in meno a certi livelli, perdi".

16 aprile 2019, la Juventus perdeva per 2-1 all'Allianz Stadium contro l'Ajax e veniva eliminata dalla Champions League. Una sconfitta bruciante per Cristiano Ronaldo e compagni, della quale è tornato a parlare a distanza di due mesi Arrigo Sacchi.

Presente a Milano per presentare il suo nuovo libro 'La coppa degli immortali', l'ex tecnico rossonero ha provato a spiegare quale sia stata la causa principale della sconfitta dei bianconeri nella gara di Torino.

La Juventus giocava con un uomo in meno. Perché c’era solo una punta e c’erano due difensori ma nessuno l’ha detto. Quando giochi con un uomo in meno a certi livelli, duri mezz’ora, quaranta minuti, ma poi perdi”.

Parole chiare, che spiegano come secondo Sacchi l'errore più grave commesso dalla Juventus sia stato quello di concedere un uomo agli avversari, che sono stati poi bravi a sfruttare questo vantaggio per punire i bianconeri e passare il turno.

L'ennesimo commento di una eliminazione che dalle parti di Torino non hanno ancora dimenticato, con la speranza che l'arrivo di Maurizio Sarri possa aiutare ora la Juventus a ribaltare la tradizione negativa in Champions League e arrivare fino in fondo in questa competizione.

GUARDA ANCHE:

VIDEO - Sacchi: Guardiola-Juve? Non c'è mai stata possibilità