Saccoccia (ASI): ragazzi siano ambasciatori di domani dello spazio

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 giu. (askanews) - "Il 'virus' dello spazio mi ha colpito prima ancora di andare a scuola, sognavo e guardavo in alto, guardavo al mondo del futuro. E questo credo è proprio quello che deve fare un ragazzo, guardare al futuro". Lo ha detto il presidente dell'Agenzia spaziale italiana Giorgio Saccoccia rivolgendosi agli studenti presenti nella sede dell'ASI e collegati da remoto per l'evento di premiazione dei ragazzi che hanno partecipato al concorso Spazio alle Idee con l'obiettivo di dare un nome alla nuova costellazione italiana di satelliti per l'osservazione della Terra.

Il concorso è stato lanciato dal Dipartimento per la Trasformazione Digitale con il Ministero dell'Istruzione e l'Agenzia Spaziale Italiana, che hanno voluto una giuria composta da tre astronauti italiani dell'ESA: Samantha Cristoforetti, Roberto Vittori e Luca Parmitano. Il nome vincitore - IRIDE - è stato annunciato il 18 maggio scorso da Samantha Cristoforetti in volo sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Al concorso hanno partecipato 600 scuole che hanno presentato 1.034 idee tra cui poi è stato scelto il nome vincitore.

"Lo spazio - ha detto ancora Saccoccia rivolto agli studenti - è sinonimo di futuro perché guarda al domani e il futuro siete voi. Per noi di una certa età è difficile parlare di spazio ai ragazzi, quindi ci servite voi, ci servono degli ambasciatori, dei traduttori per poter parlare ai giovani di spazio. Ci aiuterete a far sì che le attività spaziali servano al meglio quello che sarà il vostro futuro".

All'evento di premiazione hanno partecipato il ministro per l'Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale Vittorio Colao, il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi e il Direttore dei Programmi di Osservazione della Terra dell'ESA e Capo di ESRIN, Simonetta Cheli. In collegamento gli astronauti Roberto Vittori e Luca Parmitano mentre Samantha Cristoforetti ha inviato un video messaggio dalla ISS.

La costellazione satellitare IRIDE, che diventerà il più importante programma spaziale satellitare europeo di Osservazione della Terra a bassa quota, sarà realizzata in Italia e completata entro cinque anni con il supporto dell'Agenzia spaziale europea ESA e dell'Agenzia Spaziale Italiana grazie alle risorse del PNRR.

La costellazione supporterà anche la Protezione Civile e altre Amministrazioni per contrastare il dissesto idrogeologico e gli incendi, tutelare le coste, monitorare le infrastrutture critiche, la qualità dell'aria e le condizioni meteorologiche. Fornirà, infine, dati analitici per lo sviluppo di applicazioni commerciali da parte di startup, piccole e medie imprese e industrie di settore.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli