Sacri monti Lombardia e Piemonte: accordo Regione Lombardia e Mibact

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 18 dic. (askanews) - Definizione e attuazione di politiche integrate per la valorizzazione e la gestione del sito 'Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia', inserito nella lista del Patrimonio mondiale dell'Unesco. Lo prevede l'accordo, deliberato dalla giunta regionale, tra Regione Lombardia e ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo.

"Esprimo grande soddisfazione per questa intesa - ha commentato l'assessore regionale all'Autonomia e cultura, Stefano Bruno Galli - che fa seguito a quella analoga sottoscritta l'anno scorso per il 40esimo anniversario del riconoscimento del primo sito Unesco in Italia, il parco archeologico delle incisioni rupestri della Valcamonica. L'accordo rappresenta uno strumento efficace per realizzare una leale e feconda collaborazione istituzionale, allo scopo di valorizzare lo straordinario patrimonio storico, artistico e culturale rappresentato dai Sacri Monti del Piemonte e Lombardia, sito riconosciuto quale patrimonio dell'umanità dall'Unesco nel 2003".

La Lombardia ha il primato tra le regioni italianeper numero di siti riconosciuti dall'Unesco come patrimonio dell'umanità. "Su molti di questi insistono le competenze di diversi livelli istituzionali - spiega Galli - Diventa pertanto fondamentale che tutti soggetti coinvolti sappiano coordinarsi per un comune obiettivo, quello della valorizzazione culturale. Tuttavia l'orizzonte strategico è ancora più ambizioso e più ampio, riguarda il coordinamento e l'integrazione di tutti i siti lombardi riconosciuti per valorizzare questo grande patrimonio".