Safer Internet Day, Telefono Azzurro promuove tutela minori online

Red
·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 feb. (askanews) - L'8 e il 9 febbraio, in occasione del Safer Internet Day, giornata internazionale di sensibilizzazione per l'utilizzo sicuro di internet, Telefono Azzurro organizza una rassegna di incontri virtuali per promuovere iniziative a favore della tutela dei minori online. Il Consiglio d'Europa ha infatti stimato che negli ultimi anni il numero di segnalazioni di abusi sessuali online a danno di minori è aumentato esponenzialmente (da 23.000 casi nel 2010 a più di 725.000 nel 2019) e i rapporti indicano che l'UE è diventata il più grande ospite di materiale di abuso sessuale infantile nel mondo (da più della metà nel 2016 a più di due terzi nel 2019). Un aumento altrettanto drammatico si è verificato a livello globale: da un milione di segnalazioni per abusi sessuali online nel 2010 a quasi 17 milioni nel 2019, che includevano quasi 70 milioni di immagini e video. Qui il programma della rassegna.

"La situazione è grave e bisogna intervenire subito. L'utilizzo crescente della tecnologia, cui la pandemia ha costretto i minori in questi mesi, ha purtroppo contribuito a una forte crescita degli abusi online e in generali di pericoli digitali" ha affermato il Professor Ernesto Caffo, Presidente di Telefono Azzurro "Perciò Telefono Azzurro è in prima linea per portare al centro del dibattito i rischi che la rete presenta ai più giovani. In occasione del Safer Internet Day proponiamo un intenso programma di incontri con istituzioni, esperti del mondo accademico, imprese e media per ragionare su proposte concrete che rendano internet un posto sicuro per tutti".

Le linee di Ascolto e Consulenza di Telefono Azzurro, attive 24/7, continuando ad affiancare i molti minori bisognosi di supporto, denunciano una situazione drammatica. I dati della linea 1.96.96 dimostrano che il 30,5% degli utenti che riporta problematiche relative all'area Internet riferisce anche sofferenze legate all'area della salute mentale: in particolare tali utenti riferiscono di aver provato atti autolesivi (13%), tentativi di suicidio (5%) e di ideazione suicidaria (13%). In breve, nel 31% dei casi, criticità legate all'online corrispondono a gravi malesseri con sfoghi aggressivi. Inoltre, dall'1 gennaio al 31 dicembre 2020, il 114 ha gestito 121 casi relativi a problematiche connesse al digitale e gli utenti si sono messi in contatto con il Servizio Emergenza Infanzia nell'80,7% dei casi (+66% rispetto al 2019) attraverso il canale telefonico. La chat è stata utilizzata dagli utenti nel 10,5% dei casi (+80% rispetto al 2019) mentre il web e la posta elettronica sono stati utilizzati, rispettivamente, nel 6,4% (+267%) e nell'1,8% (+3%) dei casi.

Stante questa situazione emergenziale, peggiorata dalla pandemia, Telefono Azzurro, da sempre al fianco dei più piccoli, intende sensibilizzare sull'utilizzo consapevole di Internet e dei social network online organizzando due giorni di incontri con esperti, accademici, rappresentanti della società civile, istituzioni nazionali e internazionali, scuole e grandi aziende tecnologiche. La rassegna sarà visibile sulla pagine Facebook e sul sito di Telefono Azzurro e rilanciata da una serie di importanti media partner tra i quali Rai, Sky, Ansa, Repubblica, Avvenire e Vita.

L'evento online si aggiunge a una serie di iniziative con finalità educative, rivolte ad adulti e ragazzi, per contribuire a rendere la rete un posto sicuro. Per esempio, con il progetto "Cittadinanza digitale", attivato nei mesi scorsi in collaborazione col Ministero dell'Istruzione, Telefono Azzurro punta a formare insegnanti e bambini circa le opportunità e i rischi della rete affinché possano utilizzare in modo consapevole e sicuro il web. Inoltre, in questi giorni, si è svolto anche un Hackaton rivolto agli studenti delle scuole per coinvolgerli nella creazione di un progetto digitale positivo.