Sala: battaglia di Milano per diritto a esprimere sessualit

Mlo-Alp

Milano, 18 giu. (askanews) - Non ci sar quest'anno il sindaco, Giuseppe Sala, al gay pride in programma sabato 29 giugno nel capoluogo lombardo. Ma il suo sostegno non viene meno il suo sostegno perch Milano "deve sempre pi che simbolicamente fare la sua battaglia perch tutti abbiano il diritto di esprimere la propria sessualit". "Quest'anno non riuscir ad essere al Gay pride per un mio impegno personale - ha detto a margine del cda della Scala - ma trover una formula per fare sentire la mia vicinanza in maniera operativa, per promuovere la cosa, per ricordare che a Milano l'anno prossimo ci sar un grande evento che porter gli operatori turistici del mondo lgbt. Penso che sia una delle caratteristiche fondamentali di Milano: diritti e doveri, per i diritti ci sono sempre e comunque".

"Da questo punto di vista - ha proseguito il primo cittadino milanese - Milano deve sempre pi che simbolicamente fare la sua battaglia perch tutti abbiano il diritto di esprimere la propria sessualit. L'ho detto pi volte: sono sempre stato protagonista del Gay pride dove ci sono stati momenti di grande orgoglio, a qualcuno pu non piacere ma questo il nostro modo di vivere la cosa. Far di tutto anche quest'anno per far sentire la mia presenza".