Sala condoglianze a famiglia Shirley. Atm: bus è passato con rosso

Alp

Milano, 9 dic. (askanews) - Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, e l'assessore alla Mobilità, Marco Granelli, hanno espresso nella serata di ieri le condoglianze loro e della città alla famiglia di Shirley Ortega Calangi, la 49enne baby-sitter di origine filippina, morta nello scontro tra un filobus e un mezzo dell'Amsa avvenuto poco dopo le 8 di sabato mattina. Sala si era recato poco dopo l'incidente al Policlinico dove la donna era stata trasportata in condizioni disperate, e lì aveva incontrato i parenti più prossimi e i suoi datori di lavoro. La donna si trovava a bordo del mezzo pubblico Atm in servizio sulla linea 90-91 e che è passato, a forte velocità "bruciando" il rosso all'incrocio tra viale Bezzi e via Marostica, venendo così centrato sul fianco dal compattatore che stava attraversando regolarmente l'incrocio.

"Sono profondamente addolorato e sono conscio di dover fare sempre tutto il possibile per garantire ai miei concittadini quelle condizioni di vita dignitosa e sicura che meritano" ha scritto Sala in un post su Facebook, sottolineando di "sentirmi pienamente responsabile quando ciò non avviene".

Già ieri, Atm aveva spiegato che "dalla ricostruzione della dinamica emerge che il filobus non abbia rispettato la precedenza semaforica", aggiungendo che l'azienda "ha pertanto già aperto un'indagine interna ed è pronta a prendere tutti gli opportuni provvedimenti".

"Chi amministra una città ha il dovere di fare tutto il possibile ogni giorno perchè episodi come questi non accadano, al di là e oltre le responsabilità personali di chi è coinvolto" ha scritto invece sulla sua pagina personale, Granelli, spiegando già ieri sera che "sto lavorando con Atm e con i dirigenti per mettere in atto tutte le azioni a breve e lungo termine perchè queste cose non accadano, e gli incidenti siano sempre di meno".