Sala: Lombardia rossa non questione di colpe, ma risolvere problema

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 25 gen. (askanews) - Per l'erronea classificazione della Lombardia nelle scorse settimane in zona rossa "la colpa di qualcuno è, ma qui il problema è correggere il malfunzionamento". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, durante una conferenza stampa online convocata dai sindaci dei capoluoghi lombardi di centrosinistra (Bergamo, Brescia, Cremona, Lecco, Mantova, Milano e Varese). "Credo che qualche pecca ci sia stata" dal punto di vista tecnico, ha proseguito, e "siccome non è che questa cosa ce lo togliamo di torno in un mese ma andrà avanti, non è un problema di dare le colpe, ma di risolvere la questione" ha ribadito Sala sottolineando che "nell'imputazione dei dati c'era qualcosa che non andava".

"Contesto che Fontana, di fronte alla mia richiesta di pubblicazione dei dati, risponda che sono dati pubblici: sono pubblici, ma sono veri o no? Quello che si sta qui dicendo è che per un tempo da definire non erano dati veri" ha continuato Sala secondo il quale "bisogna riprtire da un'interpretazione tecnica, il calcolo dell'Rt è un fatto eminentemente tecnico, la politica non deve entrare su questo, a meno si dica a livello di Paese che la politica si prende l'onere di definire le misure da prendere prescindendo dall'analisi tecnica, ma così non è stato, su decisione di Governo e Regioni".

"Se si è deciso di delegare all'algoritmo - ha ripetuto Sala -, come avviene da maggio senza contestazioni, quella è la regola. Se deve essere diverso è accettabile, non avrei nulla da dire se Governo e Regioni dicessero che questo è da rivedere, ma finché non lo si rivede governa l'algoritmo e non è pensabile che solo la Lombardia abbia interpretato in modo giusto. Non è questione di stabilire colpe, vogliamo capire cosa è successo tornado sul dato da 12 ottobre" ha concluso il sindaco di Milano.